IT EN

ensisengineering simulation system

PROGETTAZIONE BARRIERE STRADALI

ENSIS fornisce diversi livelli di servizi nella progettazione di barriere stradali di sicurezza in conformità alla normativa europea EN1317, che vanno dalla progettazione in toto della barriera incluso l'assistenza e consulenza per l'omologazione/certificazione in campo prova, alla singola simulazione numerica per giustificare delle piccole modifiche al progetto certificato.

ENSIS inoltre con l’ausilio di specifici codici di calcolo agli elementi finiti come LS-DYNA è in grado di prevenire grossolani errori di progettazione e garantire una elevate possibilità di superare i test di omologazione in campo prova, con conseguenti sensibili risparmi economici.

Le simulazioni di questo tipo stanno assumendo rilevanza fondamentale nella sicurezza stradale.

Gli interventi per diminuire il livello di pericolosità dei trasporti stradali tramite l’utilizzo adeguato delle barriere stradali di sicurezza (Guard-Rail) stanno negli ultimi anni assumendo un profilo sempre più specialistico e non sempre il progettista della strada ha gli strumenti tecnici, le conoscenze o il tempo per valutarli e verificarli adeguatamente, esponendosi così a rischi civili e penali pesanti in caso di incidenti.

La normativa europea EN1317 che disciplina i test sperimentali e l’omologazione delle barriere stradali di sicurezza, basandosi su prove standardizzate, esclude buona parte delle questioni di utilizzo pratico che il progettista si trova quotidianamente ad affrontare nelle situazioni reali, come ad esempio transizioni o punti singolari.

In tale contesto si inserisce l’attività di ENSIS che è in grado di progettare o se richiesto supportare il progettista nella scelta dei dispositivi stradali di sicurezza, delle modifiche da apportare e dei relativi adattamenti al cantiere risolvendo tutti i dubbi pratici e ottenendo un prodotto "modificato" conforme alle normative di sicurezza vigenti.
Infatti le "modifiche" non potendo essere supportate da evidenze sperimentali, per ovvie ragioni di tempi e costi, si possono velocemnte giustificare attraverso delle specifiche simulazioni di crash agli elementi finiti.

Di seguito alcuni esempi di supporto che ENSIS è in grado di offrire al progettista della strada:


PROGETTAZIONE E VERIFICHE SU BARRIERE DA PONTE

Un caso molto frequente durante l’installazione delle barriere di sicurezza su bordo ponte è trovare un cordolo sul ponte di altezza diversa rispetto a quello per cui la barriera è stata progettata e testata sperimentalmente in campo prova.

In tal caso l’installazione della barriera non risulterebbe supportata da alcuna evidenza di rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa e tornare in campo prova richiederebbe tempi e costi troppo elevati.
La miglior soluzione risulta essere quella di simulare il comportamento della barriera da installare, con le eventuali opportune modifiche.

Barriera da ponte

 Scarica pdf: Barriere da Ponte
TOP ^


PROGETTAZIONE E VERIFICHE SU BARRIERE DA RILEVATO

Molto comunemente su strada ci si trova nella condizione di dover installare la barriera di sicurezza su un rilevato con argine inclinato con spazio a tergo ridotto, condizione abbastanza diversa da quella standard verificata sperimentalmente in campo prova.

Anche in questo caso l’installazione della barriera non risulterebbe supportata da alcuna evidenza di rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa e tornare in campo prova richiederebbe tempi e costi troppo elevati.


La miglior soluzione risulta essere sempre quella di simulare il comportamento della barriera da installare, con le eventuali opportune modifiche.

Barriera da Rilevato

 Scarica pdf: Barriere da Rilevato
TOP ^


PROGETTAZIONE E VERIFICHE TRANSIZIONI

Molto diffuso durante l'instalazione su strada è il caso in cui ci si trovi di fronte alla necessità di collegare tra loro barriere stradali adiacenti aventi diverse geometrie, larghezze di lavoro, classi di contenimento.
In più spesso tali barriere vengono installate in condizioni differenti da quelle testate in campo prova.

In tal caso è fortemente sconsigliato affidarsi al buon senso e provvedere ad un semplice collegamento geometrico. Infatti non c'è alcuna garanzia che il risultato garantisca la sicurezza necessaria.

Risulta invece di estrema importanza essere confidenti della soluzione adottata provvedendo ad una adeguata progettazione preliminare tramite l'utilizzo di codici di calcolo FEM per simulare il comportamento in caso di urto con la struttura.



In questo modo è possibile evidenziare eventuali comportamenti non adeguati della transizione e quindi provvedere ad una revisione del progetto della transizione per evitare il rischio di installare una barriera che potrebbe essere molto pericolosa e del tutto inadeguata.

A fianco è riportata l'immagine di una simulazione che rappresenta proprio un caso in cui la transizione non dimostra un comportamento adeguato al contenimento del veicolo. Il veicolo scavalca le barriere e cade dal ponte, diventando pericoloso anche per cose o persone sottostanti.

Transizioni

 scarica pdf: Transizioni
TOP ^


PROGETTAZIONE E VERIFICA PUNTI SINGOLARI

Un'altra situazione tipica da trovare durante l'installazione di barriere stradali di sicurezza sono i cosiddetti punti singolari, cioè punti del percorso in cui non possono venire rispettati i requisiti richiesti dalla norma, ad esempio: presenza montanti di schermi a messaggio variabile, di pile da ponte, etc.

Queste situazioni vengono generalmente risolte tramite l'infittimento dei montanti o l'aggiunta di nuovi elementi strutturali.

  
Tuttavia anche in questo caso, la modifica alla barriera va in qualche modo giustificata e il modo più pratico ed economico risulta essere la simulazione numerica.

Punti Singolari

 scarica pdf: Punti Singolari
TOP ^

ensis ENSIS sas
San Marco, 30125 Venezia, Italia - P.I. 03868680277
Site by Forgebrand